Arte, Artigianato o Design?

Se parliamo nel linguaggio comune, il modo di dire “Sei un artista” è spesso utilizzato per sottolineare ed apprezzare le capacità di una persona. Se penso invece alla parola “artista” io intendo l'ultimo anello della catena; ovvero la fine del processo creativo. L'artista deve esprimere concetti o dare emozioni, non basta che si legga la sua presenza o unicità nell'opera che ha prodotto. Il liutaio è un artigiano, produce uno strumento che deve essere utilizzato dai musicisti (artisti). Per quanto ogni strumento sia unico e si possa leggere la mano dell'uomo che lo ha costruito, rimane sempre un oggetto di artigianato artistico, o semplicemente un oggetto, almeno fino a quando un musicista non gli da vita. Non vedo la ragione di doversi sentire artisti quando dietro la parola artigiano c'è già un mondo infinito ed una dignità puramente umana.

Al di là di questo, nel mio processo creativo, che porta al completamento dello strumento, entrano in gioco tre aspetti che sintetizzano l'opera:

Strumento: funzionalità, maneggevolezza, controllo dell'azione delle corde, assemblaggi e incollaggi, struttura e robustezza dell'oggetto.

Musicale: intonazione, equilibrio dei registri, sostegno dei suoni, volume e qualità.

Design: cura e definizione dei canoni estetici, scelta dei materiali, scelta stilistica.